Ritrovare se stessi con il Metodo Feldenkrais®

Semplici movimenti per riappropriarsi della consapevolezza di sé e migliorare la qualità della vita

Riassumendo in breve, il Metodo Feldenkrais® è un metodo di auto-educazione e apprendimento per mezzo del movimento. Prende il nome da Moshe Feldenkrais (1904-1984), lo scienziato, fisico e ingegnere che lo ideò.

La base essenziale sono i movimenti e su questa si fonda l’intenzione di prendere coscienza dei propri schemi motori. Si compone di sequenze di movimenti piuttosto semplici che coinvolgono tutte le parti del corpo. Si stimola così l’ascoltare le sensazioni che questi movimenti evocano, fino a promuovere lo sviluppo di diversi e migliori modi di muoversi, atteggiarsi e percepirsi.

“Non è una ginnastica, né una forma di terapia o di riabilitazione, e neppure un sistema psicologico o filosofico, ma è un metodo per imparare a conoscere e utilizzare pienamente le nostre risorse. Il suo scopo è quello di fornire strumenti di automiglioramento, per aumentare la qualità della propria vita”, spiegano sul sito dell’Associazione Italiana Insegnanti Metodo Feldenkrais®.

Ma per capire meglio di cosa si tratta e, infine, quali sono questi movimenti di cui si parla, e come si svolgono le sedute individuali e di gruppo, siamo andati presso L’Ass. Cult. Arti e Balletti – Metodo Feldenkrais® di Torino e abbiamo realizzato una serie di video che verranno pubblicati in diverse puntate. Oggi, la prima per approfondire in linea generale.

Per maggiori informazioni: Associazione Italiana Insegnanti Metodo Feldenkrais®(www.feldenkrais.it);

Ass. Cult. Arti e Balletti – via Oropa, 28 – Torino – Tel. 011/8171613 – www.artieballetti-feldenkrais.it

 (Intervista pubblicata su la Stampa salute on line del 19 gennaio 2011)